I guess i’m like Tom


Regular Black Coffee and a Doughnut
10 giugno, 2009, 10:36 am
Filed under: Stati | Tag: , ,

Poche cose mi mettono subito di buon umore quanto viaggiare in autobus. Data la disastrosa settimana appena trascorsa, unici momenti di rifugio erano i viaggi in autobus. 

 

Non che mi ricordassero di alcun viaggio infantile o dei bei tempi dorati della scuola dato che a scuola ci andavo a piedi e che la mia memoria inizia ai 14 anni. Semplicemente è una bella sensazione e mi sento a casa. I miei familiari non credo apprezzerebbero il paragone della loro dimora con un double-decker londinese colmo di assonnati immigrati e londinesi. Ma io onestamente ci sto bene nello spazioso autobus rosso. Ma dato che ne ho già discusso, deve proprio essere un tema a me caro.

 

Forse è per il gusto vagamente esotico: siamo a Londra* , è una zona a maggioranza africana-cataibica. Al di là delle espressioni politicamente corrette, la popolazione nera di questa zona rende il tutto più colorato. I bimbi in autobus sono uno spettacolo da guardare, nel senso che sono esteticamente proprio belli, le donne hanno un’innato senso dell’estetica. Beh non tutte, ma anche in quell’attitudine tamarra da J-lo ce lo vedi la proudness.

 

Mi vedo costretto a riformulare la mia gloriosa teoria sull’inutilità dell’ombrello a Londra. Basata su prove empiriche, decisi fieramente che qui la pioggia è intermittente e molto fine, quindi si può tranquillamente lasciare a casa l’ombrello. Sono due giorni che il sottoscritto in nome della sua personale geniale trovata vaga a zig-zag cercando rifugio sotto insegne, cornicioni, androni e qualsiasi rientranza per evitare di infradiciarsi. Non posso più proclamare la superiorità del clima anglosassone: quando piove piove.

 

Notate come sia già entrato nello sprito british: parlare del tempo atmosferico è un tale argomento comune di conversazione; solo che significa che sono alla frutta. Anche oggi beneamata library, poi sfiderò le intemperie e soprattutto lo sciopero della Tube per andarmi a bere una birra con Edward alla Fitzroy Tavern. Preferirei un posto nuovo, ma almeno quello so dov’è. 

 

 

more to come.

 

(* uso la dizione ufficiale anche se personalmente la trovo un’iperbole)

see ya


Lascia un commento so far
Lascia un commento



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...